Approfondimenti in pillole

Servizi

Video Interviste

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec consectetur, turpis sit amet imperdiet pretium

 
 
 

8 Novembre 2017 - Diagnosi

A quale età e in quali situazioni è consigliabile eseguire il test del PSA?

Risponde: Fable Zustovich, Ospedale San Martino di Belluno

Secondo le linee guida il test del PSA andrebbe eseguito dopo i 50 anni, anche se recentemente c’è la tendenza ad eseguirlo anche prima, soprattutto in presenza di fattori di rischio.

 

7 Novembre 2017 - Diagnosi

Rivolgendoci ai pazienti, quali sono i sintomi a cui fare attenzione e quando rivolgersi allo specialista?

Risponde: Fable Zustovich, Ospedale San Martino di Belluno

Durante il trattamento radioterapico possono insorgere effetti collaterali che contribuiscono ad alterare lo stile di vita abituale del paziente.

 

6 Novembre 2017 - Diagnosi

L’aumento del PSA indica necessariamente la presenza di una neoplasia prostatica?

Risponde: Orazio Caffo, Presidio Ospedaliero Santa Chiara - Trento

L’aumento del PSA è aspecifico e spesso un innalzamento dei valori non indica la presenza di un tumore. Il paziente non deve allarmarsi, ma consultare il proprio medico.

 

3 Novembre 2017 - Diagnosi

Esiste una prevenzione efficace per il tumore della prostata?

Risponde: Orazio Caffo, Presidio Ospedaliero Santa Chiara - Trento

Non esistono ancora certezze riguardo a quali regole seguire per una corretta prevenzione del tumore alla prostata, ma la ricerca scientifica continua a procedere.

 

27 Ottobre 2017 - Diagnosi

In che cosa consiste la visita oncologica e come si svolge?

Risponde: Orazio Caffo, Presidio Ospedaliero Santa Chiara - Trento

Il paziente con tumore alla prostata di solito viene visitato dall’Oncologo quando è già in terapia o deve iniziare un trattamento. Il colloquio con il medico, l’esame obiettivo e gli esami di laboratorio sono tutti propedeutici alla valutazione dell’efficacia di un trattamento e ai suoi effetti sul paziente.