Approfondimenti in pillole

Servizi

Video Interviste

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Donec consectetur, turpis sit amet imperdiet pretium

 
 
 

5 Novembre 2018 - Malattia

Cosa si intende per carcinoma metastatico ormono-sensibile?

Risponde: Giacomo Cartenì, Direttore UOC Oncologia Medica dell’Ospedale Antonio Cardarelli di Napoli
Il tumore alla prostata si definisce “ormono-sensibile” quando risponde ancora alla privazione del testosterone per via chirurgica o farmacologica.
 

29 Ottobre 2018 - Malattia

Cosa si intende per carcinoma metastatico della prostata resistente alla castrazione?

Risponde: Giacomo Cartenì, Direttore UOC Oncologia Medica dell’Ospedale Antonio Cardarelli di Napoli
Quando il tumore della prostata continua ad aumentare, nonostante l’azzeramento del testosterone, si parla di carcinoma metastatico resistente alla castrazione.
 

25 Ottobre 2018 - Convivere con la malattia

Quali sono i fattori di rischio per il tumore alla prostata? Esistono evidenze scientifiche riguardo all’alimentazione?

Risponde: Giacomo Cartenì, Direttore UOC Oncologia Medica dell’Ospedale Antonio Cardarelli di Napoli
I fattori di rischio del tumore alla prostata riguardano sesso, età e famigliarità. Uno stile di vita sano, compresa un’alimentazione equilibrata, contribuisce a ridurre il rischio di sviluppare questa neoplasia.
 

20 Ottobre 2018 - Diagnosi

Come viene diagnosticato il tumore prostatico? È possibile la diagnosi precoce?

Risponde: Giacomo Cartenì, Direttore UOC Oncologia Medica dell’Ospedale Antonio Cardarelli di Napoli
La diagnosi di tumore prostatico è stata agevolata dal dosaggio di un marcatore, il PSA, il cui utilizzo per fini diagnostici è piuttosto controverso.
 

15 Ottobre 2018 - Convivere con la malattia

Qual è l’impatto delle differenti terapie sulla qualità di vita del paziente?

Risponde: Marco De Sio, Direttore U.O. di Urologia Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”
La salute della prostata influenza la qualità di vita del paziente, perché ha effetti sulla sfera sessuale e sulla fertilità.