Approfondimenti in pillole

Servizi

Video Interviste

Interviste ad oncologi, urologi, radioterapisti e psiconcologi per approfondire gli aspetti della malattia e come si arriva alla diagnosi.

 
 
 

26 Novembre 2019 - Convivere con la malattia

Quanto è importante il ruolo del caregiver nella gestione della malattia?

Risponde: Francesco Montagnani, Ospedale degli Infermi di Ponderano (BI)

Il caregiver, la figura di supporto che molti pazienti hanno, è estremamente importante, sia sotto l’aspetto logistico e organizzativo, sia dal punto di vista psicologico: avere qualcuno su cui poter contare nel percorso della malattia è fondamentale.

 

21 Novembre 2019 - Terapia

Come sono cambiate oggi le possibilità di trattamento del carcinoma prostatico?

Risponde: Alice Gatti, AOU “Maggiore della Carità” di Novara

Il paziente di solito viene visitato da un oncologo perché indirizzato dall’urologo o, in certi casi, dal proprio medico curante.

 

15 Novembre 2019 - Malattia

L’aumento del PSA indica necessariamente la presenza di una neoplasia prostatica?

Risponde: Francesco Montagnani, Ospedale degli Infermi di Ponderano (BI)

I rialzi del PSA nella maggior parte dei casi sono associati a situazioni benigne, come la presenza di una prostatite o fluttuazioni casuali senza una causa apparente. Il PSA è importante e va monitorato, ma è opportuno che sia il medico a valutare come procedere.

 

13 Novembre 2019 - Diagnosi

Quando è consigliabile effettuare la prima visita oncologica?

Risponde: Alice Gatti, AOU “Maggiore della Carità” di Novara

Il paziente di solito viene visitato da un oncologo perché indirizzato dall’urologo o, in certi casi, dal proprio medico curante.

 

8 Novembre 2019 - Diagnosi

Quando è consigliabile effettuare la prima visita urologica di prevenzione?

Risponde: Francesco Montagnani, Ospedale degli Infermi di Ponderano (BI)

La visita urologica di prevenzione andrebbe fatta in presenza di sintomi che riguardano la minzione (disturbi a urinare, bruciore etc.) o quando si riscontrano valori alterati negli esami del sangue, ad esempio sul PSA.

 

5 Novembre 2019 - Diagnosi

In cosa consiste la visita oncologica, come si svolge e cosa consiglierebbe ad un paziente che incontra per la prima volta?

Risponde: Alice Gatti, AOU “Maggiore della Carità” di Novara

La prima visita oncologica consiste nella anamnesi, nell’esame obiettivo e nell’impostazione del percorso diagnostico e, a seguire, del percorso terapeutico. È un momento molto importante, perché stabilisce l’inizio della relazione tra medico e paziente.