Test genetico può prevedere le recidive del tumore della prostata

Test genetico può prevedere le recidive del tumore della prostata

12 Novembre 2014

Un test rapido e preciso che si basa sull'impronta genetica

Test genetico può prevedere le recidive del tumore della prostataUn gruppo di ricercatori canadesi ha messo a punto un test genetico per identificare i pazienti con cancro della prostata che dopo l’intervento chirurgico o il trattamento localizzato con radioterapia sono a rischio più elevato di recidiva.

Si tratta di un test rapido ed estremamente preciso per determinare per quali pazienti con cancro della prostata  potrebbe essere sufficiente l’intervento chirurgico o la terapia radiante e per quali, invece, ci sarebbe bisogno di un trattamento aggiuntivo come ad esempio la chemioterapia e la terapia ormonale.

Il potenziale clinico di questa scoperta è molto importante per migliaia di pazienti ai quali si potrà fornire un trattamento più mirato sulla base della loro impronta genetica, dicono i ricercatori la cui scoperta è stata pubblicata su Lancet online.

"Questo test genetico potrebbe aumentare i tassi di guarigione di pazienti con rischio intermedio o alto di progressione della malattia” ha dichiarato Bristow, co-autore dello studio con il dottor Paul Boutros, scienziato presso l'Istituto dell'Ontario di ricerca sul cancro.

Il gruppo di ricerca spera di avere il test validato, approvato dalle autorità sanitarie canadesi e che possa entrare nella pratica clinica entro 5 anni.

 

http://www.theglobeandmail.com/life/health-and-fitness/health/personalized-genetic-test-could-predict-prostate-cancer-recurrence-researchers/article21569162/

 
 
 

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per inviarti pubblicitá in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Ok