La nuova pandemia dei Paesi sviluppati

Informati

La nuova pandemia dei Paesi sviluppati

6 Giugno 2018

Un fenomeno crescente a livello mondiale è quello del grasso in eccesso (“overfat”), che rappresenta un fattore di rischio per numerose patologie, inclusi i tumori. I risultati di uno studio su 30 Paesi, Italia compresa.

Prevalenza dell'overfat nel mondo

Essere in sovrappeso o in condizione di obesità aumenta il rischio di sviluppare malattie o complicazioni, in particolare cardiovascolari e metaboliche, ma non solo. Ricordiamo, per esempio, l’insulino-resistenza, l’ipertensione, il diabete, l’osteoartrite, la gotta, le apnee notturne, i problemi polmonari e così via, fino ad un aumento della mortalità e della morbilità. L’eccesso di cellule adipose, inoltre, gioca un ruolo anche nell’ evoluzione del tumore alla prostata.

 

Gli individui in normopeso non sono, tuttavia, al riparo dal rischio, perché il grasso corporeo in eccesso, solitamente localizzato nell’ addome – che, tra l’altro, rappresenta la zona più pericolosa per l’accumulo di adipe –, può essere un problema anche per queste persone.

 

Una ricerca, pubblicata sulla rivista Frontiers in Public Health, parla di una vera e propria “overfat pandemic”, ovvero pandemia del surplus di grasso corporeo , basti pensare ai dati degli Stati Uniti, dove questo fenomeno riguarda il 91% degli adulti e il 69% dei bambini. Percentuali altrettanto allarmanti sono state registrate negli altri 29 Paesi ad alto tasso di sviluppo, inclusa l’Italia, presi in esame dai ricercatori.

 

Dopo gli Stati Uniti, le zone in cui si registrano valori di grasso corporeo in eccesso più elevati (tra 80% e 90% per gli adulti e oltre il 50% per i bambini) sono la Nuova Zelanda, l’Islanda e, insospettabilmente, la Grecia. L’ Italia si posiziona verso il fondo della “classifica”, con il 78,3% degli uomini adulti con questo problema di eccesso di grasso, il 61,4% delle donne, il 52,5% dei maschi in età infantile e il 46,5% delle bambine.

 

Il fenomeno dell’ overfat, il grasso in eccesso appunto, è in crescita e supera le percentuali di persone in sovrappeso e obese. Nel complesso, oltre 5.5 miliardi di persone, pari al 76% della popolazione globale, risultano interessate da questo problema a livelli che possono comprometterne la salute. Una percentuale inferiore al 10% della popolazione mondiale è composta da persone che hanno il problema opposto (“ underfat”), ovvero che sono in condizioni di cattiva nutrizione o di anoressia patologica. Ammonta soltanto al 16% la percentuale di persone in condizioni di grasso del tutto nella norma.

 

Lo studio ha analizzato i dati provenienti da diverse fonti - Centers for Disease Control and Prevention (CDC), National Health and Nutrition Examination Survey – per misurare l’eccesso di grasso corporeo, un valore che né l’indice di massa corporea (BMI) né la bilancia sono in grado di stimare in modo efficace. Secondo i ricercatori lo strumento di misurazione più corretto è il rapporto vita-altezza, ove il valore ottimale si registra quando la misura del girovita all’ombelico è meno della metà dell’altezza.

 

«Indipendentemente dai valori dell’indice di massa corporea, gli individui definiti ‘overfat’ hanno un eccesso di grasso corporeo, un alto grado di disregolazione cardiometabolica che può favorire fattori di rischio per alcune patologie e malattie croniche, un aumento della morbilità e della mortalità, un peggioramento della qualità di vita, e rappresenta un peso crescente che grava a livello economico», scrivono gli autori. «In quanto azione irrisolta della salute pubblica, è fondamentale identificare a livello clinico gli individui che sono “overfat” al fine di avviare trattamenti efficaci e strategie di prevenzione».

 

Una strategia efficace sul breve periodo, secondo i ricercatori, è quella di ridurre il consumo di carboidrati raffinati, in particolare l’aggiunta di zuccheri: è qualcosa che ciascuno di noi può attuare fin da subito per limitare l’accumulo di grassi in eccesso e migliorare la propria qualità di vita.

 

Fonte:

Maffetone PB, Rivera-Dominguez I, Laursen PB, Overfat Adults and Children in Developed Countries: The Public Health Importance of Identifying Excess Body Fat. Front. Public Health, 2017; 5:190. doi: 10.3389/fpubh.2017.00190. PMID: 28791284

 

Maffetone PB, New study finds Americans fatter than ever, Frontiers, 2 Novembre 2017

 

Potrebbe interessarti anche...