L’importanza del sonno

Informati

L’importanza del sonno

21 Settembre 2017

La melatonina, ormone che regola il sonno, avrebbe un ruolo importante nello sviluppo tumorale, come rivela uno studio della Harvard School of Public Health di Boston.

InsonniaUna ricerca condotta dalla Harvard School of Public Health di Boston ha osservato come gli uomini con elevati livelli di melatonina avrebbero minori possibilità di sviluppare un tumore alla prostata.
Sono stati esaminati i campioni di urina di 930 pazienti islandesi e confrontati i risultati in base alla quantità di melatonina in essi presente.
Gli uomini che hanno partecipato a questa ricerca hanno compilato, inoltre, un questionario sulle loro abitudini riguardo al sonno, e sono stati monitorati per un periodo di 8 anni.
È emerso che un paziente su sette avrebbe problemi ad addormentarsi, uno su cinque avrebbe problemi a dormire per tutta la notte senza risvegli intermedi, e addirittura uno su tre assumerebbe farmaci per addormentarsi. In tutte queste situazioni, i livelli di melatonina scenderebbero rispetto alla media.
Tra i partecipanti, a 111 uomini è stato diagnosticato un tumore alla prostata e in 24 di questi casi si trattava di una forma avanzata della malattia.

 

Secondo i risultati di questa ricerca, uomini con livelli di melatonina superiori alla media (17.1 nanogrammi per millilitro) avrebbero dunque il 30% di probabilità in meno di sviluppare il tumore alla prostata ed un rischio inferiore del 75% di sviluppare questa malattia in forma avanzata, rispetto ad individui con livelli di melatonina inferiori alla media.

 

«È rilevante il fatto che abbiamo scoperto una forte associazione tra i livelli di melatonina e forme avanzate di tumore alla prostata», ha affermato la ricercatrice Sarah Markt, dottorando nel dipartimento di Epidemiologia della Harvard School.

 

I livelli di melatonina, chiamata anche “ormone del sonno”, sono influenzati da vari fattori, per esempio dalla quantità e dalla qualità del sonno. La melatonina viene prodotta nel cervello dalla ghiandola pineale in risposta al buio, ed è presente in maggiori quantità durante la notte, proprio per facilitare il sonno, mentre al mattino ed in presenza di luci forti i livelli di questo ormone si abbassano per favorire il risveglio.

 

Quando i ritmi circadiani del sonno vengono interrotti, l’organismo produce meno melatonina: è questo il caso delle persone che si svegliano spesso durante la notte e accendono la luce, oppure dei lavoratori che svolgono mansioni notturne.

 

Secondo la letteratura medica, la melatonina gioca un ruolo importante nel regolare gli ormoni che influenzano il cancro. Addirittura i ricercatori ritengono che la melatonina sia capace di rallentare o addirittura fermare la crescita delle cellule tumorali.
Questo studio della Harvard School solleva interessanti riflessioni sul legame tra ritmi circadiani del sonno e tumore alla prostata, ma occorre necessariamente approfondire le indagini e replicare la ricerca su un campione più ampio.

Fonte: Sigurdardottir LG et al. Urinary Melatonin Levels, Sleep Disruption, and Risk of Prostate Cancer in Elderly Men, European Urology 2015; 67(2): 191-194. doi: 10.1016/j.eururo.2014.07.008

Nierenberg C, Melatonin Linked to Prostate Cancer Risk, LiveScience Health, 2014

Mostra tutti i commenti (2)

Fabio

8 Marzo 2017

 

La Melatonina assunta con dasaggio di 10 mg giornalieri porta a riduzione dell'eiaculato?

ProstataNonSeiSolo

8 Marzo 2017

 

Gentile utente, grazie per aver lasciato un commento. Può rivolgere domande inerenti la salute della prostata al servizio "Scrivi all'Esperto" a questo link: Scrivi all'Esperto. Grazie!

 

Potrebbe interessarti anche...

 
 

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per inviarti pubblicitá in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Ok