Effetti positivi del canto

Informati

Effetti positivi del canto

26 Maggio 2016

Il benessere e l’umore possono incidere positivamente sulla risposta del paziente al tumore. Un esperimento britannico ha indagato i potenziali effetti benefici del canto.

CantareCantare puà avere effetti benefici sull'organismo?
Questa domanda è al centro di una ricerca pubblicata sulla rivista online ecancer e frutto di una collaborazione tra Imperial College, University College London e Royal College of Music di Londra, finanziata dall’organizzazione benefica scozzese Tenovus cancer care.

 

I ricercatori hanno studiato le reazioni di 193 persone coinvolte in vari modi con un tumore (pazienti, familiari di persone malate o decedute per un cancro, e assistenti sanitari), somministrando loro un questionario sullo stato di salute psicologica e fisica.
In una seconda fase, i partecipanti sono stati coinvolti in una sessione di prove di canto della durata di 70 minuti. Prima e dopo le prove, sono stati prelevati campioni di saliva per misurare il contenuto di citochine e cortisolo, considerati indicatori dello stress e coinvolti nella risposta immunitaria.

 

Confrontando i livelli ormonali e le variazioni di umore, è stato osservato un incremento della concentrazione di proteine immunitarie che favorirebbero la capacità dell’organismo di combattere alcune malattie, oltre a una diminuzione del cortisolo, dell’ossitocina e della beta-endorfina, condizione che indicherebbe uno stato di maggiore relax e benessere.

 

Questa ricerca, secondo un’analisi pubblicata sul sito ufficiale del National Health Service britannico, presenterebbe tuttavia alcuni limiti: prima di tutto i partecipanti coinvolti nello studio erano già membri di un coro, per cui già abituati a trarre piacere dal canto. Inoltre, sono state prese in esame prevalentemente donne bianche di mezza età di origine scozzese, per cui un gruppo sociodemografico limitato. Infine, l’analisi si è limitata ad un’unica sessione di prove, per cui non è stato verificato se l’effetto positivo sull’umore sia replicabile.
Altro aspetto da non sottovalutare: non è chiaro se il beneficio rilevato dipenda dal fatto di cantare invece o di socializzare e stare in gruppo.

 

Al di là dei limiti intrinseci di questo studio, sembra avvalorata una volta di più la tesi secondo cui dedicarsi ad un’attività che dà piacere, soprattutto se svolta in gruppo, possa migliorare il benessere fisico e mentale, anche in casi di malattie gravi come il tumore.

Fonte: Fancourt D, Williamon A, Carvalho LA, et al. Singing modulates mood, stress, cortisol, cytokine and neuropeptide activity in cancer patients and carers. Ecancer 2016; 10:631 DOI: 10.3332/ecancer.2016.631

National Health Service - Choir singing may boost immunity in people affected by cancer, pubblicato online il 5 Aprile 2016

 

Potrebbe interessarti anche...

  • Dieta mediterranea e prevenzione oncologica

    La dieta mediterranea, grazie alla combinazione delle proprietà benefiche dei diversi alimenti, potrebbe prevenire il rischio di tumore. Uno studio dell’Università di Vienna esamina la letteratura scientifica sul tema.

  • Consumo di carni bianche e rischio tumorale: una meta-analisi

    Il World Cancer Reasearch Fund International sconsiglia il consumo di carni rosse e lavorate. Ma quali effetti hanno le carni bianche sul rischio di tumore alla prostata?

  • Frequenza dell’eiaculazione e rischio tumorale

    La salute maschile dipenderebbe anche dalla regolarità dell’attività sessuale: due studi americani indagano il legame tra frequenza dell’eiaculazione e rischio tumorale della prostata.

  • La dieta vegana riduce il rischio tumorale?

    Uno studio finanziato dal World Cancer Research Fund ha ipotizzato che una dieta vegana possa ridurre il rischio di sviluppare il tumore alla prostata.

  • Consumo di frutta a guscio e tumore alla prostata

    Secondo uno studio della Harvard Medical School, consumare con regolarità frutta a guscio potrebbe ridurre la mortalità per tumore alla prostata.

  • Consumo di alcolici e rischio tumorale

    Il consumo di bevande alcoliche rappresenta un fattore di rischio per il tumore alla prostata?
    Due ricerche provano a dimostrarlo.

  • 4 Febbraio: Giornata mondiale contro il cancro

    Il World Cancer Day è l’occasione per sostenere i malati oncologici e unire le nostre voci per guidare il cambiamento e promuovere la prevenzione.

  • Bevande zuccherate e rischio tumorale

    Il consumo eccessivo di bevande zuccherate è un potenziale fattore di rischio per numerose malattie, tra cui il cancro. Uno studio della Louisiana State University approfondisce questo legame.

  • I problemi di prostata esistevano anche nella preistoria

    I problemi di prostata riguardavano anche le popolazioni preistoriche con uno stile di vita diverso da quello moderno, come dimostra uno studio condotto da ricercatori italiani e britannici.

  • Stress e mortalità per tumore

    È possibile che lo stress possa influenzare il rischio di mortalità per il tumore alla prostata? Uno studio britannico sostiene che le probabilità aumenterebbero per i pazienti che si trovano in uno stato psicologico di forte angoscia ed ansia.

  • L’arte come rimedio allo stress per il paziente oncologico

    Dedicarsi ad un’attività artistica può ridurre lo stress e migliorare il benessere psicofisico. Un articolo pubblicato su Art Therapy spiega questo fenomeno.

  • Consumo di caffè e prevenzione

    Il caffè ha proprietà antitumorali? Una meta-analisi pubblicata su Nutrition and Cancer esamina la letteratura scientifica in proposito.

  • Migliorare la qualità di vita del paziente con lo yoga

    Praticare lo yoga potrebbe migliorare la ripresa dei pazienti sottoposti a radioterapia esterna. Scopriamo come.

  • Obesità nei pazienti sopravvissuti ad un tumore

    L’obesità è un fenomeno in crescita, soprattutto negli Stati Uniti. Una ricerca della Columbia University ha ipotizzato una relazione tra tumore e aumento di peso che potrebbe aggravare questa tendenza.

  • I cibi che aiutano la salute della prostata: le fibre

    Uno stile di vita equilibrato aiuta a mantenere la salute della prostata. Scopriamo insieme l’importanza delle fibre nell’alimentazione quotidiana.

  • I benefici dello yoga durante la radioterapia

    La pratica dello yoga aiuterebbe i pazienti sottoposti a radioterapia a migliorare la qualità di vita e a recuperare le funzioni sessuali e vescicali più rapidamente. Uno studio della University of Pennsylvania.

  • Fumo e tumore alla prostata

    Smettere di fumare ridurrebbe il tasso di mortalità per cancro alla prostata: i risultati di un’analisi epidemiologica pubblicata sulla rivista Preventing Chronic Disease.

  • Esercizio fisico per curare il tumore alla prostata

    Uno studio clinico condotto da ricercatori britannici mira a studiare l’influenza dell’esercizio fisico su pazienti con un tumore alla prostata localizzato.

  • Combattere il tumore con uno stile di vita sano

    Quanto influisce lo stile di vita sulla probabilità di sviluppare una forma aggressiva di tumore alla prostata: uno studio di follow-up della University of California.

  • Camminare, lo sport adatto a tutte le età

    L’esercizio fisico migliora il benessere generale e aiuta nella lotta contro tumore alla prostata. Qualche consiglio per iniziare al meglio.

  • L’importanza del sonno

    La melatonina, ormone che regola il sonno, avrebbe un ruolo importante nello sviluppo tumorale, come rivela uno studio della Harvard School of Public Health di Boston.

  • Lo yoga per affrontare la fatica oncologica

    La pratica dello yoga va in aiuto dei pazienti oncologici per gestire il dolore e la fatica dovuti alla malattia e alle terapie. La parola ai dati presentati in occasione del Congresso annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO) a Chicago.

  • I benefici di uno stile di vita sano

    La ricerca fa progressi da gigante, ma per combattere il tumore è importante promuovere stili di vita sani.

  • Attività fisica e tumore della prostata non metastatico

    Un grande studio prospettico americano, effettuato su uomini con diagnosi di tumore della prostata non metastatico, mostra come praticare almeno 5 ore di attività fisica a moderata intensità a settimana dopo la diagnosi riduca il rischio di morire a causa della malattia.

  • Cancro: poca consapevolezza sui fattori di rischio

    Secondo la National Cancer Opinion Survey, un’indagine voluta dall’American Society of Clinical Oncology (ASCO), la maggior parte degli americani non sono a conoscenza dei fattori di rischio chiave per il cancro. Più informazione, più ricerca, più prevenzione sono i tre elementi chiave sui quali investire.

  • Parlare di cancro su Facebook si può

    Una ricerca pubblicata sulla rivista open access Cogent Social Sciences ha mostrato come si possa usare efficacemente Facebook per parlare di prevenzione, fattori di rischio e diagnosi precoce del cancro.

 
 

Questo sito utilizza cookie di profilazione (propri o di altri siti) per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.

Ok