Ampliare la conoscenza degli uomini sul cancro alla prostata

Ampliare la conoscenza degli uomini sul cancro alla prostata

29 Luglio 2019

Nonostante gli infiniti strumenti di informazione oggi disponibili e la loro diffusione capillare, gli uomini si disconnettono quando si tratta di comprendere informazioni che riguardano il tumore alla prostata. Secondo una ricerca della UBC, per gli uomini è complesso comprendere la diagnosi e il trattamento di questa specifica patologia.

Ampliare la conoscenza degli uomini sul cancro alla prostata

Alfabetizzazione sanitaria nel cancro alla prostata

I professori Joan Bottorff e John Oliffe sono i ricercatori del Men's Health Research Program della University of British Columbia (UBC) che hanno portato avanti una ricerca sul tema dell’alfabetizzazione sanitaria in relazione al carcinoma della prostata. Anni di studi sul tema di questa patologia hanno permesso loro di comprendere che molti uomini sono all'oscuro rispetto a tutto quello che riguarda la malattia e, soprattutto, a quale direzione prendere dopo la diagnosi.

 

Lo studio si concentra sul concetto di health literacy, in italiano alfabetizzazione sanitaria, che è emerso negli anni ‘70 del secolo scorso per indicare la capacità degli individui di leggere e comprendere materiale scritto di tipo sanitario, ma più in generale di comprendere le informazioni che riguardano la loro salute. «In termini di alfabetizzazione sanitaria, c'è una lunga storia di persone che sostengono che gli uomini non sono al passo con i tempi», ha dichiarato Oliffe. Questo concetto include sia le loro conoscenze quando si tratta di comprendere prescrizioni e dosaggi, sia quelle relative alle fasi di una malattia, sia, infine, la capacità di applicare la conoscenza che hanno acquisito.

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) inquadra il concetto nella dimensione delle life skills, affermando che la health Literacy implica il raggiungimento di un livello di conoscenza, abilità e consapevolezza utili a intraprendere azioni per migliorare la salute individuale e della comunità, promuovendo il cambiamento degli stili e delle condizioni di vita. L'health literacy può essere intesa come tutto l’insieme delle capacità di comprendere, che determinano la motivazione e l’abilità degli individui all’accesso e all’utilizzo delle informazioni, alla promozione e al mantenimento di un buon livello di salute personale e collettiva. Tuttavia, spiegano gli autori della ricerca canadese, quando si tratta di cancro alla prostata, il peso dell'informazione può essere soverchiante per molti uomini, e farli sentire sopraffatti ed ancora più incerti.

 

L'obiettivo dello studio condotto dalla UBC è stato quello di descrivere la salute degli uomini canadesi con tumore alla prostata ed esaminare se i fattori sociodemografici e i dati sanitari fossero associati al punteggio di alfabetizzazione della salute maschile. I ricercatori hanno osservato un campione di 213 uomini canadesi con una diagnosi di cancro prostatico che sono stati reclutati da un sito web di supporto oncologico. I pazienti hanno completato online il questionario sull’health literacy con domande relative ad aspetti demografici, comorbidità e trattamenti per il cancro alla prostata.
Delle scale a 5 punti, i punteggi di alfabetizzazione sanitaria degli uomini sono risultati elevati per quanto riguarda la capacità di “capire le informazioni sulla salute abbastanza da sapere cosa fare” e più bassi per la capacità di “muoversi all’interno del sistema sanitario”. Delle scale a 4 punti, i punteggi degli uomini erano più alti per “sentirsi compresi e supportati da professionisti della salute” e più bassi per “avere informazioni sufficienti per gestire la mia salute”. L'analisi di regressione ha mostrato che il livello di istruzione era correlato positivamente con i punteggi di alfabetizzazione sanitaria e che gli uomini che non presentavano patologie concomitanti avevano punteggi più elevati. Età e anni dalla diagnosi non sono risultati, invece, dati correlati all'alfabetizzazione sanitaria.

 

«La nostra ricerca ha cercato di capire come applicare la conoscenza c’è a disposizione», continuano i ricercatori. «Nella maggior parte dei casi le informazioni disponibili là fuori sono tante ed è complesso scegliere». Il carcinoma della prostata è il tumore più comune tra gli uomini canadesi e ha un alto tasso di sopravvivenza. Tuttavia, sempre secondo questa ricerca, la scarsa alfabetizzazione sanitaria è considerata un fattore di rischio per problemi di salute e scarsa capacità decisionale. Proviamo a chiederci perché.

 

«Gli uomini sono chiamati a prendere alcune importanti decisioni dopo la diagnosi. Non tutti i tumori della prostata sono aggressivi e può essere una sfida prevedere se un paziente abbia un cancro aggressivo o a crescita lenta», concludono. I pazienti insieme ai loro medici devono decidere che tipo di trattamento seguire e per farlo hanno bisogno di essere ben informati e capire a fondo tutte le opzioni.

 

La sorveglianza attiva è un'opzione di trattamento comune, che non prevede cure o trattamenti attivi. Consiste nel monitorare l’andamento della malattia, consultando regolarmente il proprio medico e sottoponendosi ad esami periodici. Ma se la sorveglianza attiva può essere un'opzione possibile, lo studio suggerisce che il trattamento avviene in più del 91 per cento dei casi. In questo scenario è compito dei professionisti preoccuparsi che il loro operato sia guidato anche dalla corretta misura di health literacy di chiunque giunga alla loro attenzione.

 

«Ci sono uomini che vogliono solo liberarsi dal cancro, indipendentemente da ciò che viene suggerito loro», ha dichiarato Bottorff. «Vanno avanti con la terapia o un trattamento più aggressivo di quanto possano aver bisogno e hanno maggiori probabilità di avere un effetto collaterale negativo, spesso per paura o disinformazione».
«Chiaramente, abbiamo bisogno di trovare altri modi di fornire agli uomini le informazioni che stanno cercando», continua Bottorff. Sicuramente è importante supportare gli uomini perché possano orientarsi all’interno del sistema sanitario, ma anche fornire informazioni comprensibili per una gestione più consapevole della loro salute.

Fonte:

Wellborn P. Men’s knowledge on prostate cancer needs improving, University of British Columbia - UBC Okanagan News, comunicato stampa del 16 Aprile 2019.

 

Seaton CL, Oliffe JL, Rice SM, et al. Health Literacy Among Canadian Men Experiencing Prostate Cancer. Health Promotion Practice 2019. doi: 10.1177/1524839919827576 (ABSTRACT)

 

Potrebbe interessarti anche...

  • Effetti positivi del canto

    Il benessere e l’umore possono incidere positivamente sulla risposta del paziente al tumore. Un esperimento britannico ha indagato i potenziali effetti benefici del canto.

  • Stress e mortalità per tumore

    È possibile che lo stress possa influenzare il rischio di mortalità per il tumore alla prostata? Uno studio britannico sostiene che le probabilità aumenterebbero per i pazienti che si trovano in uno stato psicologico di forte angoscia ed ansia.

  • I benefici dello yoga durante la radioterapia

    La pratica dello yoga aiuterebbe i pazienti sottoposti a radioterapia a migliorare la qualità di vita e a recuperare le funzioni sessuali e vescicali più rapidamente. Uno studio della University of Pennsylvania.