Chiedi all'Esperto

Chiedi all'Esperto

Le vostre domande

In questa sezione troverai le risposte degli Esperti alle domande degli utenti.

 

Domande e Risposte

 
  • 16 Apr

    16 Aprile 2021

    Categoria: MALATTIA

     

    ho l'iperplasia ghiandolare con flogosi cronica aspecifica avrei bisogno di riposo medico come fare e a chi richiedere il certificato

    Dovrebbe rivolgersi al suo urologo di riferimento che dovrà interfacciarsi con il medico curante.

     
  • 14 Apr

    14 Aprile 2021

    Categoria: MALATTIA

     

    Salve, mio padre di 81 anni ha eseguito una biopsia il 25 marzo 2021 ai linfonodi del collo, la diagnosi riportata nel referto è: nonostante la positività al PSA sia focale, il quadro è coerente con localizzazione di carcinoma solido a probabile partenza prostatica. Da valutarsi sulla base degli esami strumentali e di laboratorio. Posso sapere cosa ne pensa? margini di terapia? dalla TAC risulta anche una massa che avvolge l'uretere e lo restringe e interessa anche la vescica. grazie per la risposta

    Gentile utente, per rispondere correttamente alla sua domanda mancano una serie di dati importanti. In linea generale per il tumore dalla prostata metastatico ad oggi esistono ottime possibilità terapeutiche. la terapia andrà impostata dopo valutazione multidisciplinare tra urologo oncologo e radioterapista sulla base delle caratteristiche della malattia e delle condizioni generali del paziente. 

     
  • 14 Apr

    14 Aprile 2021

    Categoria: MALATTIA

     

    Buongiorno, Circa un anno fa in coincidenza di un esame di routine mi viene evidenziato un PSA a 5,19. L'urologo mi fa ripetere il controllo dopo una settimana di antibiotici e antiinfiammatori. Il risultato rimane lo stesso. Si procede prima con esame ecografia transrettale (negativa) poi con RMN multiparametrica (negativa pirads 2) proseguo con controllo del PSA ogni 4 mesi che tende lentamente a decrescere fino a Dicembre 2020 con un 4,10. Il 18 gennaio comunque ripeto una RMN multiparametrica (negativa). Si decide di monitorare il PSA ogni 4 mesi. A fine marzo il PSA balza a 6 e alla ripetizione del PSA dopo circa 8 gg risulta a 7,35. Orbene i 2 urologi che ho consultato entrambi mi concordano sulla necessità di effettuare una biopsia prostatica. Vi chiedo, visto che il tema è molto controverso se con 2 risonanze negative il mio caso richieda una biopsia o piuttosto una cura farmacologica? (come mi ha consigliato peraltro il medica di famiglia)? Grazie Massimo

    Gentile utente, per poter rispondere correttamente mancano dei dati importanti (età, eventuale sintomatologia, volume prostatico, esame obiettivo della prostata). 

     
 
 
Scroll top