Chiedi all'Esperto

Chiedi all'Esperto

Le vostre domande

In questa sezione troverai le risposte degli Esperti alle domande degli utenti.

 

Domande e Risposte

 
  • 17 Set

    17 Settembre 2020

    Categoria: MALATTIA

     

    È passato oltre un anno dalla sospensione della terapia medica per tumore alla prostata (in pregressa prostatectomia radicale) a causa di intense vampate di calore e profuse sudorazioni. E’ possibile che ancora persistano quotidianamente, diurne e notturne? Ci sono rimedi?

    Gentile utente, per rispondere correttamente bisognerebbe conoscere quale trattamento farmacologico ha eseguito. Se si riferisce ad una terapia di deprivazione androgenica, questa ha come obiettivo l'azzeramento del testosterone che in alcuni casi anche dopo sospensione  della terapia potrebbe persistere ed essere causa dei sintomi descritti. Grazie 

     
  • 16 Set

    16 Settembre 2020

    Categoria: MALATTIA

     

    salve- ho un'amiloidosi da transferrina ereditaria TTR- organo colpito-cuore- potrei avere problemi con biopsia ecoguidata-perineo?- ho da una decina di anni una rinite allergica da piante e pollini-potrei aver roblemi con l'anestesia locale? grazie

    Gentile utente, la sua diatesi allergica non pone una controindicazione all'utilizzo di anestetici locali, a meno che non abbia una anche allergie a farmaci. Grazie 

     
  • 15 Set

    15 Settembre 2020

    Categoria: MALATTIA

     

    il psa con valore di 0,040 a 10 mesi dall'intervento di prostatectomia radicale cosa può indicare?

    Gentile utente, in linea generale un valore di psa 0,04 dopo prostatectomia radicale è un valore assolutamente accettabile, ma il psa va interpretato insieme ad altri aspetti legati al tumore, ovvero il gleason score, e la stadiazione patologica, età ed eventuale sintomatologia. Grazie 

     
 
 
Scroll top